Onda su onda del mare: come si formano?

17.06.2021

"Le onde marine sono il frutto dell'azione del vento che agisce sullo strato più superficiale dell'acqua (entro i 150 metri di profondità). Il vento cede all'acqua la sua energia cinetica così il movimento ondoso si propaga e dura nel tempo. Per effetto dell'attrito viscoso, lo strato d'acqua messo in movimento dal vento, tende a trascinare con sé gli strati sottostanti più lenti. Ciò, fa sì che il moto ondoso vada a perdere di intensità fino a dissolversi del tutto". (www.sapere.it)